Site Overlay

Anatomia di un video emozionale – Venezia Impossibile scena I, video narrazione del dietro le quinte

Un video emozionale può raccontare in un minuto le emozioni di una giornata, coinvolgendo l’osservatore in una realtà che forse non avrebbe mai pensato di voler scoprire?


Abbiamo parlato di come un video può raccontare delle emozioni se ben costruito e soprattutto se supportato da riprese di qualità. Iniziamo a scoprire il perché di un video di backstage come quello della scena I di Venezia Impossibile può coinvolgere, emozionare e raccontare il dietro le quinte di un film che sta appassionando sempre più persone.

Durata: 1′:48”
location: teatro di posa di Controcampo
obiettivi: raccontare il dietro le quinte della scena I del film attraverso le emozioni, il lungo lavoro di allestimento, il lavoro di realizzazione del set, le attrezzature, la direzione della fotografia, il trucco, la preparazione
messaggio: Venezia Impossibile un film, ma anche un progetto corale

Raccontare il dietro le quinte di un film per fare comprendere e avvicinare il pubblico alla realizzazione non è mai semplice, soprattutto se lo si vuole fare attraverso il web mantenendo la velocità dell’online.  Si tratta di ore ed ore di lavoro, di una lunga preparazione, di attenta e meticolosa cura del dettaglio per non incorrere in errori grossolani che “rompono l’armonia e la qualità del prodotto”. Ma Venezia Impossibile si vuole raccontare per ciò che è un film ma al tempo stesso uno staff di persone affiatate che credono in un sogno comune.

Il lavoro comincia all’alba per finire a tarda notte, si costruisce il set, la scena in cui l’attore dovrà gestire il proprio ruolo e i propri spazi. Una scena che dura pochi secondi richiede ore di duro lavoro alle spalle. Il pubblico va emozionato attraverso luci, inquadrature, dettagli, ma prima di arrivare a tutto questo si deve creare.

Lo spunto per rendere il dietro le quinte ancora più emozionante me lo hanno dato le immagini del film. Un film che coinvolge, appassiona sia per la trama che per la fotografia e così ho cercato, insieme al resto dellostaff di studiare quella che avrebbe potuto essere la curiosità dell’osservatore.

Chi guarda una scena di un film che cosa vorrebbe sapere? E soprattutto che cosa vorrebbe scoprire? L’utente è sempre più curioso e avido di informazioni, perché non soddisfare le sue esigenze comunicative? E perché non permettere anche a lui di vivere le stesse nostre emozioni?

Nasce così il backstage della scena I, un video emozionale che vuole riassumere tutto questo.
www.youtube.com/veneziaimpossibile