Site Overlay

La produzione dei contenuti aziendali oggi viaggia anche sui vocali: il piano editoriale si arricchisce di fonti dirette e in tempo reale – rubrica consapevolmente connessi

L’ultima tendenza: l’assistente vocale. Da Google a Alexa, ma anche dai nuovi dispositivi intelligenti provenienti dalla Cina, l’uso degli assistenti vocali è destinato a triplicare nei prossimi anni, questa la previsione di analisti britannici. Il business vocale è sicuramente in forte crescita e sempre più presente nelle nostre attività quotidiane, sia nella domotica che nelle attività di acquisto online. La voce diventa dunque un elemento caratterizzante dei prossimi anni, ma non solo, anche una nuova “umanizzazione” delle informazioni. I vocali fanno parte del nostro quotidiano, in parte determinati dal fattore tempo “ti parlo ma nel momento in cui tu mi puoi ascoltare”, quando li inseriamo in un contesto di business, maggiormente apprezzati per il fatto di non interrompere un’attività e quindi inserirsi armoniosamente in un contesto che presuppone anche una maggiore predisposizione positiva durante l’ascolto.
Per leggere l’approfondimento su Uomini & Donne della Comunicazione > https://www.uominiedonnecomunicazione.com/consapevolmenteconnessi-francesca-anzalone-5/